3 libri per le vacanze

3 libri per le vacanze

Le vacanze estive sono un buon momento per leggere. Iniziamo con un consiglio salutare: spegniamo la televisione e cominciamo a sfogliare un libro, sia di carta che in formato elettronico.

Durante le lunghe pause pomeridiane in città, in attesa che passi la calura, dopo una passeggiata in montagna, mentre ci si abbronza sdraiati sotto il sole o ci si protegge sotto l’ombrellone, leggere un buon libro può essere un piacevole passatempo!

I libri che vi consiglio sono insoliti, poco ortodossi per chi solitamente parla di difesa dell’ambiente, ma utili per chi vuole capirne di più sulle origini. Questo sito nasce con questo scopo, affrontare la crisi ecologica attuale con occhi diversi, mettendo in discussione le “sedimentazioni” culturali e ragionare assieme sulla cura responsabile della casa comune.

Iniziamo con un libro fondamentale per “ambientalismi.it” e rivolto a chi ama i classici: Goethe con “I dolori del giovane Werther“, per riscoprire le radici romantiche dell’ambientalismo del Novecento ed apprezzare la prima critica radicale alla nascente borghesia ed alla frenesia del costruire a discapito della natura.

Per chi, invece, vuole affrontare letture poco comuni, scoprendo che già nel 1913 esistevano scritti ambientalisti con toni e argomenti che diventeranno usuali dagli anni Settanta in poi: Ludwig Klages ed il suo piccolo saggio “L’uomo e la terra“. Qui troverete posizioni contro l’uso della pelliccia e contro la caccia alla balena. Ed una critica militante contro l’inquinamento industriale.

In ultimo, un testo per comprendere e capire la questione ecologica di oggi partendo dalla crisi del rapporto fra uomo e tecnica: le “Lettere dal lago di Como” di Romano Guardini. Un libro breve, degli anni Venti, che affronta con un linguaggio semplice il tema del rapporto uomo-tecnica e natura.

Nella speranza di esservi stato utile, auguro a tutti buon riposo e buona lettura.