Alle radici dell’ideologia ambientalista

Il testo della mia relazione dal titolo “I precursori dell’ambientalismo fra contestazione romantica e ricerca ideologica di un nuovo ordine”, tenuta venerdì 2 ottobre al III Forum Internazionale del Gran Sasso, nella sessione n. 16 “La comprensione critica della natura, funzione e senso del diritto per una società più giusta”.

Continua a leggere

Amazzonia, Siberia e Africa: la nostra responsabilità!

Le notizie sugli incendi di questi mesi in Amazzonia, Siberia e Africa, stanno avendo giustamente un’eco forte a livello mediatico. I numeri del 2019 raccontano che sono aumentati gli ettari bruciati rispetto agli anni passati. Il problema attuale è che la politica, da Bolsonaro a Putin, passando per Evo Morales ed i leader africani, non ha più il controllo della situazione. Chi governa davvero sono i manager delle grandi multinazionali ed i mercati finanziari. La politica esegue. Ragioniamo assieme sulla domanda “Da dove iniziare?”

Continua a leggere

L’abisso della modernità in Guardini, una breve intro per Camaldoli

Romano Guardini fu non solo la guida spirituale del movimento Quickborn ma, come studioso, approfondì e cercò di comprendere il rapporto complesso fra uomo, natura e tecnica. Il suo lavoro, le “Lettere dal lago di Como”, è un piccolo ma importante saggio per capire cosa potesse rappresentare la sua guida, nei primi anni Venti, per il futuro dei giovani cattolici e per i giovani di oggi!

Continua a leggere

“Alle radici dell’impegno”: a Camaldoli su Grande Guerra e ambientalismo

Un movimento culturalmente critico verso la società guglielmina e la potenza industriale del Reich non si oppose alla scelta del proprio paese di entrare in guerra, non contestò la macchina propagandistica che trasformò esseri umani in soldati, vittime sacrificali senza dignità da gettare nelle trincee nemiche in una inutile lotta priva di qualsiasi speranza e umanità. Solo una minoranza si oppose, tra cui Hans Paasche e un giovane intellettuale, Walter Benjamin.

Continua a leggere

Ho iniziato “I precursori…” perché

Un libro scritto per dare speranza attraverso un’analisi dei tre errori commessi dai precursori dei movimenti ambientalisti, i Wandervogel. I medesimi errori commessi dai successivi movimenti ambientalisti: si è trasformato l’ideale iniziale, con la sua forza genuina, in una ideologia. Questo libro nasce per evitare che questi errori si ripetano in futuro ed indica una possibile via per riuscirci.

Continua a leggere

“I precursori dell’ambientalismo”

Perché nascono i movimenti ambientalisti? Quali sono gli ideali che li animano? Perché si sono trasformati in una ideologia? Come si può costruire un futuro ecologico evitando gli errori del passato? Un libro per riprendere a ragionare fuori dagli schemi su ambientalismo, crisi ecologica e giovani.

Continua a leggere